Termoclima

RSS logo

Bollettino n°24 - novembre 2011

PREVENZIONE INCENDI: SI CAMBIA
D.P.R. 1 agosto 2011 n°151
20 dicembre 2011 - termoclima

    Le nuove procedure per la prevenzione incendi e in particolare l’arrivo sullo scenario della sicurezza della cosiddetta SCIA, segnano un vero e proprio cambio di passo.
    I tredici articoli del regolamento contenuto nel D.P.R. 151/2011, entrato in vigore il 7 OTTOBRE 2011, rappresentano una sorta di rivoluzione nel settore, responsabilizzando sempre più i professionisti ma, nello stesso tempo, prevedendo una serie di controlli a carico dei Vigili del Fuoco.
    Insomma, più responsabilità, ma anche tempi certi.
    I tredici articoli del D.P.R. 151/2011 contengono le procedure relative ai vari procedimenti di prevenzione incendi: presentazione ed esame dei progetti, visite tecniche, approvazione di deroghe a specifiche normative, e due allegati.
    Il primo contiene l’elenco delle attività soggette alle visite ed ai controlli di prevenzione incendi.
    Il secondo equipara il precedente elenco delle attività (ex. D.M. 16 febbraio 1982) con quello attuale, ai fini dell’applicazione delle tariffe connesse ai servizi di prevenzione incendi resi dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.
    Le attività facenti parte il vecchio elenco del D.M. 16/02/1982, erano soggette indipendentemente dalla dimensione e dalla tipologia di rischio, al medesimo iter, finalizzato all’ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi.
    Il nuovo regolamento distingue le attività sottoposte ai controlli di prevenzione incendi in tre categorie A, B e C, che sono assoggettate a una disciplina differenziata in relazione al rischio connesso all’attività, alla presenza di specifiche regole tecniche e alle esigenze di tutela della pubblica incolumità.
    Le attività soggette a controllo VV.F. di competenza “condominiale”, cioè la n° 91 centrali termiche superiori a kW 116, la n°92 autorimesse con più di 9 autoveicoli, la n°94 relativa all’altezza in gronda superiore a mt. 24 e la n°95 vani ascensori installati in edifici con altezza in gronda maggiore di mt.24, hanno subito notevoli e sostanziali modifiche.
    E’ opportuno prendere in considerazione la riconversione delle attività condominiali al nuovo regolamento.

    Termoclima.com PI/CF 06022240151 - Privacy Policy
    Powered by PhPeace 2.4.1.62 by off.ed comunicazione