Termoclima

RSS logo

Solare termico e fotovoltaico

Verso l'indipendenza energetica.
22 novembre 2007
Fonte: Media World Magazine

    La tecnologia più diffusa che permette di sfruttare le energie rinnovabili è quella basata sull’energia solare. Si tratta in pratica di “catturare” la luce e il calore del sole per trasformarli o direttamente in energia elettrica oppure in calore per riscaldare la casa o l’acqua per esigenze sanitarie. Se tutti i pannelli solari installati sopra i tetti delle case sembrano a prima vista uguali, vi sono invece due modalità distinte per catturare l’energia del sole. La prima va sotto il nome di “solare termico”, e si basa sul riscaldamento di una serie di tubi contenenti un liquido detto “fluido termovettore”, che a sua volta scalda l’acqua contenuta in un serbatoio di accumulo posto sopra i pannelli o all’interno del tetto. I tubi sono inseriti in una struttura ad alto assorbimento termico di rame, acciaio o alluminio,ricoperta da speciali vernici che aumentano l’assorbimenti di energia e protetta da un vetro che “intrappola” il calore nel panello aumentando ulteriormente l’efficienza. L’acqua calda viene poi utilizzata o direttamente per le esigenze sanitarie (bagno, doccia o lavaggio stoviglie), oppure per alimentare il circuito di riscaldamento, soprattutto se questo funziona a bassa temperatura come nel caso di riscaldamento a pavimento o a parete. La seconda modalità di sfruttamento dell’energia solare è quella fotovoltaica: si tratta di un pannello su cui sono depositate delle celle di materiale conduttore opportunamente trattato (generalmente a base di silicio)che, quando colpite dalla radiazione solare, generano spontaneamente un flusso di corrente. Questa corrente viene poi stoccata in una serie di accumulatori, cioè delle batterie, gestite da un regolatore di carica che provvede a interrompere il flusso di carica dai pannelli quando gli accumulatori sono saturi. L’energia generata viene poi trasformata da un Inverter in comune corrente a 220 Volt per l’utilizzo domestico. In alternativa, si possono collegare i pannelli direttamente alla rete elettrica, cedendo l’energia in sovrappiù al gestore dela rete e ricevendo da esso energia quando quella generata dai pannelli non è più sufficiente.

    ultime news

    Termoclima.com PI/CF 06022240151 - Privacy Policy
    Powered by PhPeace 2.4.1.62 by off.ed comunicazione